Social Icons

Da Spello ad Assisi sulla via degli ulivi

302

Questo itinerario, che per la sua breve distanza e le difficoltà altimetriche molto lievi è sicuramente alla portata di tutti, si sviluppa in una delle zone più affascinanti e conosciute dell’Umbria, dove le bellezze artistiche e culturali di Assisi e Spello si incontrano con il fascino dei paesaggi che stanno a cavallo tra il Monte Subasio e la pianura di Foligno.

L’itinerario parte dalla parte alta della città di Spello, antica colonia romana, periodo del quale ancora oggi possiamo ammirare i resti del teatro, dell’Anfiteatro, delle mura, delle terme e dell’Arco di Augusto.

Precisamente usciamo da Porta Montanara seguendo le indicazioni per Perugia, ma senza prendere la strada che va verso Collepino e il Monte Subasio. Imbocchiamo via Poeta e alla prima diramazione ci manteniamo sulla sinistra, mentre dopo circa 300 metri imbocchiamo sulla destra Via degli Ulivi seguendo le indicazioni per il frantoio Ragani.

Questo è uno dei tratti più suggestivi dell’itinerario, con la strada che taglia a mezza costa la montagna per diversi chilometri e scorre in mezzo ad uno stupendo uliveto (come dice il nome stesso della strada); all’incrocio che incontriamo al chilometro 3,3 continuiamo ancora diritti fino a Capodacqua. Qui ci teniamo sempre sulla destra, senza imboccare le numerose stradine che scendono sulla sinistra.

Al chilometro 6,5 arriviamo a Viole dove imbocchiamo la SS147 salendo verso Assisi, ma sempre con pendenze molto lievi.

Dopo tre chilometri arriviamo alla rotonda appena fuori dal centro di Assisi, dove giriamo a sinistra verso Santa Maria degli Angeli e la Basilica di San Francesco (proseguendo diritti si può visitare la parte più alta della città e poi scendere al centro, dove ci possiamo fermare per un caffè).

Al chilometro 9,8, subito dopo il grande parcheggio che si trova sulla destra, giriamo a sinistra sulla ripida discesa che va verso Rivotorto e San Damiano. Al termine della discesa, attraversiamo via Francesca e proseguiamo diritti in via Salette, fino a raggiungere l’incrocio con la strada principale al chilometro12,8. Qui giriamo a sinistra e dopo circa 400 metri raggiungiamo la Basilica di Rivotorto.

Da qui ripartiamo e proseguiamo diritti per la strada principale che costeggia la quattro corsie, continuando diritti anche all’incrocio che troviamo al chilometro 15,5.

Al chilometro 17 attraversiamo Capodacqua, mentre al chilometro 20 transitiamo davanti a Villa Fidelia, stupenda costruzione realizzata nel XVI secolo e arricchita nel XVIII secolo da un magnifico giardino all’italiana. Dopo circa un chilometro e mezzo ritorniamo a Spello e seguendo le indicazioni per il centro risaliamo fino al punto di partenza.