Social Icons

Tartufo Nero: il tartufo pregiato della zona di Norcia

295

E’ il tartufo nero pregiato che si trova nella zona diNorcia. Il “corpo” del tartufo nero è di grandezza variabile da pochi grammi a salire. Normalmente si trovano di piccola pezzatura, non sono rari quelli di media grandezza, mentre è un vero evento trovarne di grandi di forma tondeggiante.

 

Ha il peridio o comunemente boccia, è di colore bruno nerastro, con venature rossastre negli esemplari immaturi, con la superficie coperta da verruche piramidali poco pronunciate e ad apice depresso.L’interno del tartufo o gleba è nero-violacea con venature bianche e molto sottili. Il tartufo nero pregiato di Norcia ha un profumo gradevole e aromatico che si manifesta a pieno con la cottura. Il sapore è squisito.Cresce nell’area collinare e montana, in zone assolate su terreni ben drenati, porosi e calcarei.

 

Per la simbiosi preferisce la quercia, il rovere, la roverella, il leccio e il nocciolo. Il terreno sul quale si ergono questi alberi si presenta privo di vegetazione erbacea, poiché il micelio ne limita la crescita.
In cucina, il tartufo nero pregiato, è sicuramente il protagonista. Le sue proprietà si esaltano in ogni tipo di utilizzo, sia a crudo sia scaldato. I suoi composti aromatici non sono termolabili, quindi può integrarsi a pieno nella preparazione culinaria. Gli esperti suggeriscono le preparazioni a base di olio extravergine di oliva. Con i primi piatti, si può esaltare la sua intensità olfattiva con la mantecatura. Il Tartufo nero va amalgamato nella preparazione e per entusiasmare anche il senso estetico del piatto. Alla fine, può essere decorato con pezzetti di tartufo tagliati a julienne (taglio a fiammifero) o a lamelle.