Social Icons

MUSEO DEL VINO, TORGIANO

Picture 097

A Torgiano, piccolo borgo vicino Perugia, esiste ormai da anni un Museo del Vino. Il Museo è stato voluto dalla famiglia Lungarotti, che a Torgiano è una delle più insigni. Ad essa infatti è legato anche il successo della omonima azienda vitivinicola. Il Museo è allestito nel Palazzo Graziani-Baglioni, nel settore che un tempo era destinato all’immagazzinamento delle derrate agricole.
Occupa 20 sale nelle quali sono stati raccolti oggetti, documentazioni, reperti riguardanti il vino e la sua produzione attraverso i secoli. Il museo è diviso in sezioni, alcune tematiche, altre di una vera e propria raccolta archeologica e documentaria dove non mancano manufatti di epoca etrusca, corredi provenienti dalle necropoli italiche.
Nel museo sono custoditi una serie di strumenti attraverso i quali vengono esemplificate le tappe della produzione del vino, dalla raccolta dell’uva fino all’imbottigliamento e alla stagionatura. Ricca la collezione di attrezzi agricoli.
Da osservare con attenzione è un interessante torchio del ’600 e un’antica imbottigliatrice. Numerose le brocche in ceramica per la mescita, i bicchieri e le anfore appartenenti a diversi periodi storici.
A questo si accompagna una raccolta iconografica di incisioni, grafiche, carte e disegni pertinenti alla vinificazione e una di documenti d’archivio — tra cui alcuni manoscritti di valore — che sono una preziosa fonte storica per la conoscenza del vino e della sua produzione. Il museo è inoltre arricchito da pregevoli pezzi artistici: un piatto di Mastro Giorgio Andreoli del 1576, una Testa di Bacco di Luca della Robbia. Una sezione è dedicata a opere di artisti moderni e contemporanei tra cui Dorazio e Picasso.